Pag
Grazie alla forte bora che soffia durante i mesi invernali dal Velebit, la superficie dell’isola di Pag e praticamente spoglia, priva di vegetazione, tanto che la si è soliti paragonare alla superficie lunare. Il famoso formaggio pecorino di Pag che, accanto alla carne d’agnello ed alle delizie del mare costituisce l’offerta gastronomica tradizionale dell’isola, deve tantissimo alle piante aromatiche che crescono tra le sue rocce. La città di Pag, località isolana di maggior rilievo storico-culturale, è la patria del sale marino e del merletto isolano, un antico manufatto artigianale così prezioso da essere annoverato dall’UNESCO tra i beni immateriali del patrimonio culturale dell’umanità. Costruito in base ai disegni del grande scultore rinascimentale Juraj Dalmatinac (Giorgio Orsini), il suo centro storico tutto viuzze e piazzette è un bene culturale tutelato che, d’estate, offre ai propri ospiti tante occasioni culturali e di divertimento (carnevale, folclore…), cercando di soddisfare un po’ tutte le esigenze del turista moderno. Su una ventina di chilometri di costa frastagliata, Pag nasconde splendide spiagge di ghiaia, piccole calette lontane da sguardi indiscreti, il fango curativo ed alcuni sentieri montani.
Alberghi nelle vicinanze